Scopri i cataloghi 2021

Oltre 40.000 prodotti disponibili, trova tutto quello che fa al caso tuo!

Scopri di più
Stampante laserjet

Stampante laser o inchiostro? Fai la tua scelta!

Quando si deve acquistare una stampante per casa o per l’ufficio, di fronte alle innumerevoli proposte di mercato, l'interrogativo primario è: “meglio stampante laser o inchiostro?”.  

La risposta non è univoca e, grazie alla varietà delle alternative, le diverse soluzioni sono in grado di soddisfare le esigenze più disparate. Occorre quindi comprendere le differenze di funzionamento tra le due tecnologie e, di conseguenza, scegliere quella più adatta alle proprie necessità. Valutando scopi, costi, frequenza d’uso e le caratteristiche del dispositivo, scegliere la stampante non è poi così complicato.  

Laserjet vs inkjet: come scegliere 

Le stampanti possono essere divise in due macro-categorie - stampante laser o ink - che si differenziano per tecnologia e utilizzi. Di seguito i principali aspetti da prendere in considerazione prima di procedere con l’acquisto di una stampante laser o inchiostro.  

Disponibilità economica 

La differenza di prezzo tra le due tipologie costituiva, fino a qualche anno fa, un parametro rilevante nell’acquisto di un determinato modello: tuttavia, oggi, il costo dei due modelli non si discosta in maniera significativa.  

Nonostante questo, esiste una gamma di prezzi che identifica fasce di qualità di prodotti capaci di soddisfare le esigenze più diverse. A questo proposito è opportuno sottolineare come il consumatore debba considerare non solo il costo di acquisto, ma anche quello di manutenzione e sostituzione delle cartucce.  

Frequenza e volumi di stampa 

Considerare la quantità di pagine che si prevede di stampare è essenziale: si consiglia, infatti, di scegliere una stampante che monti consumabili di capacità adeguata alle nostre esigenze   

Inoltre, è utile analizzare con quale frequenza si è soliti utilizzare la stampante. A tal proposito, si ricorda che per l’inkjet c'è il rischio che le cartucce d’inchiostro si usurino se non utilizzate per lunghi periodi; al contrario, il laser impiega un toner che non si secca con il passare del tempo.  

Colori o bianco-nero 

La tipologia di stampa - bianco e nero o a colori - è un aspetto sostanziale nella scelta della stampante. Per compiere la scelta più adeguata bisogna considerare le tipologie di documenti che si è più soliti stampare.

Se è necessario stampare solo email o documenti, meglio optare per una stampante bianco nero, per evitare costi inutili; se invece si devono stampare documenti con un’elevata copertura colore, si può optare sia per laser che per business inkjet. 

Qualità di stampa 

La risoluzione di stampa deve essere considerata nella scelta di una stampante laser o ink. Per coloro che desiderano stampe in alta risoluzione e fotografie, la stampante inkjet, grazie alla tecnologia del getto d’inchiostro, garantisce un’ottima qualità. Mentre se la qualità di stampa non costituisce una prerogativa irrinunciabile - come nei comuni documenti in bianco e nero - è preferibile la tecnologia laser. 

Tipologia di collegamento e dimensioni  

Uno degli aspetti da non sottovalutare nella scelta della tipologia di stampante da installare all’interno del proprio ufficio o dell’abitazione riguarda la modalità di collegamento. Sul mercato sono disponibili stampanti laser e inkjet che possono connettersi ai dispositivi in due modi:  

  • wifi: nel momento dell’installazione della stampante, ciascun computer o smartphone può inviare un documento o un’immagine in stampa senza la necessità di essere direttamente collegato ad essa. Nella maggior parte dei casi, infatti, è sufficiente che i due dispositivi siano collegati alla stessa rete wifi. Tra i vantaggi delle stampanti che sono configurate in questa modalità c’è la possibilità, da parte di più computer, di lanciare la stampa in coda a quella che è in corso.  
  • cavo USB: sebbene sia poco utilizzato, il collegamento tra stampante e cavo permette ai due dispositivi di comunicare unicamente quando sono collegati tramite USB. In ogni caso è opportuno sottolineare come una modalità di collegamento non escluda l’altra, soprattutto nelle stampanti di ultima generazione.  

Al tempo stesso è opportuno valutare anche le dimensioni della stampante: sebbene l’ingombro del dispositivo possa variare in maniera significativa in base alle funzionalità che offre, lo sviluppo tecnologico sta lavorando per renderle sempre più compatte. In particolare, il numero di cassetti presenti può incidere in maniera significativa sulle dimensioni finali della stampante: a seconda che la stampante preveda 3 o 4 cassetti può presentare uno sviluppo in verticale più o meno significativo.  

In linea di massima, le stampanti multifunzione sono il modello che presuppone una disponibilità di spazio più cospicua e, proprio per questo, è ideale per gli uffici.  

Differenza stampante laser e getto inchiostro 

La differenza tra la tecnologia laser e quella a getto d’inchiostro (inkjet) deriva dalle diverse modalità di funzionamento:  

  • la stampante laser utilizza un tamburo fotosensibile che imprime il documento;  
  • la stampante inkjet dispone di un funzionamento per cui l’inchiostro della cartuccia viene proiettato sulla carta per ottenere l’immagine finale.  

Stampante laser 

La stampante laser è un prodotto molto versatile che viene impiegato soprattutto in contesti aziendali grazie alle sue caratteristiche quali:  

  • permette volumi di stampa superiori rispetto alla tecnologia inkjet;  
  • qualità di stampa elevata, ma non eccezionale;  
  • velocità di produzione particolarmente adatta agli uffici; 
  • richiede costi di gestione significativi ma spese di ricarica contenute;  
  • l’installazione del toner e la sua manutenzione risultano facili e immediate; 
  • può essere potenzialmente molto voluminosa e, di conseguenza, particolarmente rumorosa.  

Stampante inkjet 

La tecnologia a getto d’inchiostro dispone di alcune caratteristiche differenziati:  

  • permette di stampare immagini ad alta definizione, fotografie e documenti a colori; 
  • qualità di stampa eccellente ma limitata nella quantità; 
  • velocità notevolmente ridotta rispetto alla tecnologia laser;  
  • permette di stampare su una grande varietà di supporti, come carte da spessori e dimensioni non tradizionali; 
  • sebbene il prezzo d’acquisto iniziale e delle cartucce sia contenuto, il costo di stampa risulta elevato
  • gestione, installazione e sostituzione delle cartucce sono semplici e veloci, ma la manutenzione e la pulizia della stampante sono più complesse 
  • è particolarmente adatta a coloro che hanno spazi limitati, grazie alle sue dimensioni contenute.  

Differenza cartucce e toner 

I consumabili per stampanti si differenziano in:  

  • cartucce: utilizzate dalle stampanti inkjet, sono realizzate con inchiostro liquido contenuto in un piccolo contenitore di plastica. Il processo di stampa avviene attraverso getti di inchiostro rilasciati dalle testine di stampa che compongono l’immagine sul supporto.   

Le testine possono essere monocolore oppure multicolore con colori separati in camere diverse all’interno della stessa cartuccia. Le cartucce con più colori comportano la loro sostituzione, una volta terminato anche solo un colore; 

  • toner: impiegate nelle stampanti laser, non contengono inchiostro liquido ma sono caratterizzate da una polvere molto sottile di particelle. Nel processo di stampa la polvere si deposita sul foglio attraverso un tamburo e per mezzo di un riscaldatore viene fusa e impressa nell’immagine finale. La sua formulazione in polvere consente, differentemente dalle cartucce, una lunga durata, non essendo soggetta al rischio che si secchi.  

Stampanti multifunzione 

Le stampanti a laser o inkjet sono disponibili sul mercato nel modello multifunzione: in questo caso il dispositivo incorpora, in un unico strumento, le funzionalità della stampante della fotocopiatrice, dello scanner e talvolta del fax.  

Il vantaggio di acquistare un prodotto come questo consiste nella possibilità di soddisfare esigenze diverse in un unico dispositivo dall’ingombro spesso contenuto. Tuttavia, è opportuno valutare attentamente l’acquisto di una stampante multifunzione a causa dei costi che possono essere significativi, soprattutto se laser.   

Stampanti a colori laser o getto d’inchiostro 

Quando la stampante deve effettuare stampe a colori, fotografie e testi illustrati, si consiglia la stampante a getto d’inchiostro. Questo modello garantisce un’ottima resa qualitativa nelle stampe a colore con performance nettamente superiori a quelle offerte dalla tecnologia a laser.  

Confrontando toner e cartucce a colori è evidente come sia preferibile orientare le proprie scelte d'acquisto verso la tecnologia ink non solo per la maggiore precisione nelle stampe, ma anche per i prezzi più contenuti delle cartucce.  

Meglio stampante laser o getto di inchiostro 

In conclusione, è possibile affermare che è preferibile acquistare una stampante inkjet nei seguenti casi: 

  • necessità di fare stampe a colori e stampare fotografie; 
  • spazi limitati; 
  • ricerca di funzionalità a costi contenuti; 
  • uso domestico e quantità di stampa contenuta. 

Mentre si consiglia una stampante laser per: 

  • finalità di stampa di documenti in bianco e nero; 
  • volumi elevati e necessità di velocità di stampa; 
  • uffici dove i carichi di lavoro sono sostenuti. 

Un ultimo elemento da considerare quando si acquista una stampante - a prescindere dal modello scelto - riguarda la responsabilità del corretto smaltimento delle cartucce. A questo proposito è opportuno ricordare che le cartucce per stampanti laser o a getto d’inchiostro non possono essere assimilate ai generici rifiuti urbani, ma sono classificate come rifiuti speciali. Il loro smaltimento è regolamentato dal D. Lgs. 152/06 che suggerisce come il consumatore possa consegnare le cartucce esauste in uno dei negozi autorizzati che si occuperanno della loro rigenerazione o della loro corretta eliminazione. Pertanto, le cartucce non possono essere gettate nella raccolta differenziata della plastica, ma è sufficiente recarsi presso un negozio di cartucce per stampanti o rivolgersi a un’azienda specializzata e consegnare le cartucce che non possono più essere utilizzate.