Scopri i cataloghi 2021

Oltre 40.000 prodotti disponibili, trova tutto quello che fa al caso tuo!

Scopri di più
stampante per casa

Stampante per casa: quale scegliere?

Da dove partire per scegliere la stampante per la propria casa? Quali sono le valutazioni e i numeri da considerare? Ecco una breve guida che illustra i parametri e le caratteristiche da non sottovalutare nella scelta. 

Scelta della stampante per casa: cosa tenere in considerazione 

La scelta della stampante da casa è diventata con l’avvento dello smart working una decisione sempre più importante e delicata che implica un’attenta valutazione in base alle esigenze professionali.

La stampante per casa deve infatti ora soddisfare necessità più ampie e varie rispetto al passato e gestire volumi di stampa maggiori. La scelta della stampante migliore per casa e il successivo acquisto oggi coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare. Infatti mentre prima la decisione era orientata sostanzialmente solo su stampanti piccole da casa, ora sicuramente l’acquisto si basa su dati più precisi   che richiedono la valutazione di diversi aspetti. 

L’acquisto della stampante quindi porta il professionista a porsi alcune domande: quali sono i numeri mensili di stampe? Ho bisogno solo di stampe o di fotocopie e scansioni? Tutti i documenti necessari per il mio lavoro sono in bianco e nero o spesso anche a colori? Devo stampare solo pdf e fogli di testo o anche immagini e foto? Conoscere già la risposta a queste domande può aiutare l’acquirente a scegliere una buona stampante per la sua casa, optando magari per una periferica con un ottimo rapporto qualità-prezzo. 

Stampante per casa: laser o inkjet? 

Abbiamo già parlato in passato delle differenze tra stampante laser o inchiostro, nessuna delle due tipologie è migliore dell’altra in assoluto.  

Le stampanti a getto d’inchiostro (inkjet) sono ideali per un utilizzo di media-bassa intensità e per la stampa di documenti testuali o disegni/illustrazioni e per tale motivo erano la scelta immediata per l’utilizzo domestico.  Sono però anche le più costose da mantenere in termini di costo pagina e con i cambi di cartuccia più frequenti avendo queste ultime solitamente una capacità inferiore in termini di numero di pagine rispetto ai toner laser. 

Oggi quindi con l’incremento dei volumi di stampa da casa legati a smart working e didattica da casa è giusto considerare come opzione anche l’acquisto di una stampante laser che sono preferibili quando si stampano principalmente solo testi e in gran quantità, considerando anche l’acquisto di toner rigenerati. Garantiscono infatti un costo pagina inferiore grazie alle cartucce toner a più alta capacità rispetto alle quelle inkjet e quindi anche cambi meno frequenti. 

In base poi alla tipologia di documenti stampati ci si può orientare su stampanti monocromatiche (che stampano solo in bianco e nero) o a colori (che stampano anche a colori) anche se la resa dei contenuti grafici o delle immagini è tendenzialmente migliore con le stampanti inkjet. 

In sostanza potremmo affermare che se si stampa poco e a colori la scelta migliore è orientarsi verso una stampante inkjet.  

La stampante inkjet infatti è la scelta da preferire nei casi in cui si desideri una periferica ad uso domestico, soprattutto se la quantità di file da stampare è contenuta. Inoltre, se si ha la necessità di stampare a colori e in alta definizione, ad esempio nel caso di file fotografici, volantini o copertine, questo tipo di stampante è quello consigliato.  Un altro punto a favore di questa tipologia di sistema è la semplicità e la velocità con cui è possibile gestire, installare e sostituire le cartucce. Nel caso in cui si ha l’esigenza sia quella di stampare molto e soprattutto documenti in bianco e nero è preferibile una stampante laser.

A seconda del tipo di stampante che si decide di acquistare varia la tipologia di consumabili da adottare. Le stampanti ad inchiostro necessitano di cartucce inkjet, quelle laser di toner, entrambe le tipologie possono essere originali o rigenerati. Questi ultimi nascono da consumabili originali che vengono rigenerati ridandogli una nuova vita riducendo così l’impatto ambientale. 

Se non si ha a disposizione uno scanner, l’acquisto di una stampante multifunzione che integra, oltre alle stampa, funzioni di scansione e fotocopia (e di fax nel caso dei modelli 4in1) può essere sicuramente la scelta migliore per la casa. 

Poter digitalizzare documenti cartacei è sempre più un’esigenza quotidiana e quindi la stampante da casa migliore deve garantire questa funzione. In linea di massima, per uso domestico ma per un risultato professionale, spesso la scelta ricade sulla migliore stampante inkjet multifunzione per casa. 

Oltre agli aspetti finora citati, nella scelta della migliore stampante da casale opzioni che incidono particolarmente nella scelta sono due: la dimensione e il design. 

La stampante da casa diventa infatti un vero e proprio pezzo di arredamento e diventa quindi fondamentale valutarne l’ingombro in primis ma anche il design, il colore, la “bellezza” estetica. 

Il mercato offre oggi una vasta gamma di periferiche e le case produttrici hanno lavorato molto in questa direzione negli ultimi anni per fornire prodotti sia inkjet che laser non solo performanti ma anche di design che possano ben integrarsi non solo in ufficio ma anche a casa o in uno studio in cui si ricevono clienti e altri professionisti. 

Anche se il prezzo è maggiore rispetto ai modelli privi di tale funzione, una caratteristica che la migliore stampante da casa dovrebbe avere è la connessione Wi-Fi. 

Scegliere una stampante in grado di collegarsi alla rete wireless di casa e ricevere i comandi di stampa a distanza è sicuramente una scelta opportuna, che negli ultimi anni influisce molto nella scelta del sistema da acquistare 

Alcuni modelli supportano anche il Wi-Fi Direct, che consente di collegarsi direttamente ad un dispositivo senza aver bisogno di una rete a fare da intermediario, e l’NFC, che garantisce una connessione immediata e semplice fra stampante e dispositivo. 

Una caratteristica utile per ottimizzare sia tempi che costi di gestione ed evitare inutili sprechi di carta è il duplex o fronte/retro automatico. Soprattutto se il numero di documenti da stampare è elevato, questa funzionalità è indispensabile. Capita infatti molto spesso in ambito professionale di dover stampare lunghi contratti, guide o dispense per cui torna molto utile la stampa duplex. Sia le stampanti inkjet che laser ne possono essere dotate ed è dunque un’opzione da considerare per acquistare la migliore stampante da casa.