Scopri i cataloghi 2021

Oltre 40.000 prodotti disponibili, trova tutto quello che fa al caso tuo!

Scopri di più
taccuino per appunti

Come scegliere il taccuino per appunti: consigli pratici per esprimere al meglio la tua personalità

Il taccuino per appunti è ben più di un oggetto, perché può trasformarsi in un prezioso compagno di viaggi per custodire  note, informazioni e appuntamenti da non dimenticare. Scegliere il taccuino più adatto alle proprie necessità è fondamentale perché permette di adottare uno strumento utile a ricordare le informazioni più importanti e, al tempo stesso, esprimere il proprio stile. Di seguito alcuni preziosi suggerimenti per poter compiere la scelta più consapevole possibile. 

Taccuini per appuntamenti

Nonostante la digitalizzazione porti un numero crescente di utenti a utilizzare il proprio smartphone anche per prendere appunti e annotare gli appuntamenti, tuttavia i taccuini continuano ad esercitare il proprio fascino. Tra gli elementi che spingono le persone e le aziende ad acquistarli ci sono i vantaggi che la scrittura su carta esercita non solo dal punto di vista cognitivo, ma anche sul piano creativo e relazionale. 

Infatti, presentarsi ad un meeting di lavoro con un taccuino professionale per prendere appuntamenti consente non solo di poter fare affidamento su uno strumento versatile e che non deve essere ricaricato di frequente, ma anche di un espediente per poter esprimere la propria identità (personale e aziendale). Da questo punto di vista, i grandi letterati del passato hanno sempre contato molto sulla capacità di trasmettere emozioni dal taccuino di carta, tanto che in alcuni casi questo è diventato l’emblema di alcuni poeti e scrittori, trasformandosi da semplice oggetto ad un vero e proprio simbolo. Del resto, la necessità degli esseri umani di appuntare le informazioni affonda radici molto profonde, basti pensare alle prime testimonianze di taccuini su carta (di papiro) risalgono all’Antico Egitto. 

Oggigiorno i taccuini per appuntamenti possono rivelarsi particolarmente utili per svariate ragioni, tra cui: 

  • possibilità di scrivere in qualsiasi momento, senza doversi preoccupare dei tempi di ricarica del dispositivo. Infatti, il taccuino è sempre pronto per accogliere le informazioni di chi scrive e custodirle per molto tempo. 
  • la familiarità con la scrittura su carta viene acquisita fin dalla più tenera età e, di conseguenza, la capacità di prendere appunti nasce in maniera quasi spontanea per coloro che lo devono fare frequentemente. 
  • per alcuni professionisti i taccuini per appunti sono un vero e proprio must have. In particolare, i giornalisti o coloro che lavorano nel mondo delle interviste possono avere la necessità di prendere appunti anche in maniera veloce se non estemporanea. 
  • il taccuino per appuntamenti è un prezioso strumento per esprimere la propria personalità. Infatti, grazie alla possibilità di scegliere tra diverse dimensioni, colori, accessori e personalizzazioni questo strumento diventa quasi uno specchio del proprio modo di essere, oltre che della professione che viene svolta. 

Scegliere un taccuino professionale per prendere appunti

Per poter prendere appunti in maniera professionale è necessario considerare un prodotto che consente di unire praticità, versatilità e resistenza. Per poter acquistare quello che meglio si adatta alle proprie esigenze e che può rispondere in maniera ottimale all’attività da svolgere è opportuno domandarsi - prima di tutto - se si preferisca un supporto cartaceo o digitale. 

Nel primo caso, le varianti a disposizione sono numerose e consentono un livello di personalizzazione quasi totale. In particolare, prima di acquistare un taccuino professionale cartaceo, bisogna considerare alcuni degli aspetti che seguono: 

  • dimensione: il formato tradizionale dei taccuini professionali per prendere appunti è l’A5, 210 x 148 mm - Centimetri: 21 x 14,8 cm. Queste dimensioni sono ideali non solo per coloro che prendono appunti durante le lezioni universitarie, ma anche per chi deve annotare le informazioni durante una riunione o un meeting di lavoro. Al contrario, chi preferisce un taccuino per appunti tascabile può scegliere formati ancora più contenuti in grado di rispondere alla necessità di essere pratici e leggeri, seppur sacrificando in parte lo spazio messo a disposizione per riportare le informazioni. 
  • tipologia di supporto: i principali taccuini presenti in commercio si distinguono tra quelli con una copertina rigida e quelli una morbida. Il taccuino per appunti con copertina rigida è ideale per chi, in base alla propria professione, si troverà a scrivere senza una scrivania o un valido sostegno; al contrario, coloro che ipotizzano di usare il taccuino professionale per prendere appunti esclusivamente in ufficio in contesti in cui è facile avere a disposizione una scrivania possono optare per la morbidezza delle copertine flessibili. 
  • materiale della copertina: in base alle proprie abitudini e allo stile al quale si sente di appartenere bisogna considerare il tipo di materiale di cui è realizzata la copertina. Tra le più resistenti si ricordano quelle in simil pelle che uniscono l’impermeabilità del materiale, al design dalle linee moderne o alla sostenibilità ambientale. 
  • colore: il colore del taccuino da prendere appunti è un aspetto di grande rilievo perché permette di esprimere la propria personalità o di farsi portavoce dei valori aziendali. In particolare, le imprese possono optare per i classici colori intramontabili (es: nero, blu o rosso), oppure scegliere il colore che caratterizza il proprio brand. È importante tenere presente, per altro, che ciascun colore ha un significato preciso che deve essere considerato quando si acquista il taccuino per gli appunti. 
  • finitura delle pagine: un elemento da non sottovalutare riguarda le caratteristiche delle pagine. In primo luogo, bisogna chiedersi se si preferisce scrivere su un foglio bianco (perfetto per i block notes da disegno), uno a righe o a quadretti e, nel caso, di quali dimensioni. Inoltre, è opportuno valutare la possibilità di acquistare un taccuino per appunti che abbia le pagine di carta riciclata per poter rendere ancora più sostenibile il prodotto. 
  • rilegatura: si tratta di un elemento molto importante nella scelta del taccuino professionale dal momento che può incidere in maniera significativa sulla durata e sulle performance dell’oggetto stesso. È preferibile scegliere la rilegatura a filo che, a differenza di quella a caldo, garantisce una compattezza superiore delle pagine rispetto alla copertina. Inoltre, non è da sottovalutare la presenza di un elastico in tela elasticizzata che possa donare un tocco di ricercata classicità al taccuino. 

Il beneficio della scrittura su carta è ampiamente riconosciuto. A tal proposito è interessante apprendere quanto emerso da un recente studio: l’indagine ha coinvolto oltre 6.000 persone in Europa (Italia e Germania), Regno Unito, US, Cina e Giappone e ha dimostrato che: 

  • il 53% degli intervistati crede che scrivere su carta aiuti ad organizzare le idee e le mansioni da svolgere. 
  • il 37% ritiene che aiuti il processo creativo. 
  • il 50% crede che scrivere su carta aiuti il processo creativo. 
  • il 54% sostiene che aiuti a memorizzare le informazioni. 

Inoltre, quando si sceglie di acquistare un taccuino è fondamentale riflettere sul fatto che questo oggetto può trasformarsi in uno strumento per esprimere il proprio stile. Le nostre scelte possono comunicare in maniera immediata alcuni dettagli sulla propria professione o lo scopo per il quale si prendono appunti sul taccuino: la dimensione dei taccuini si rivela un indizio interessante delle proprie abitudini. 

Al tempo stesso non bisogna sottovalutare il fatto che molte persone, ancora oggi, ritengono il supporto cartaceo preferibile a quello digitale: in questo caso, non modificare le abitudini dei collaboratori fornendo dei taccuini per prendere appunti tradizionali potrebbe costituire la soluzione vincente. Scrivere su fogli di carta può aiutare a memorizzare le informazioni, creare nuovi progetti o semplicemente annotare le informazioni durante una chiamata. D’altra parte, le aziende possono valutare la possibilità di utilizzare i taccuini per prendere appunti come uno strumento per fare branding. Immaginiamo, infatti, che una parte del team, durante una riunione fuori sede, utilizzi il medesimo taccuino: in questo modo si potrà trasmettere un’idea di appartenenza all’azienda e di attenzione verso i propri collaboratori.