Scopri i cataloghi 2021

Oltre 40.000 prodotti disponibili, trova tutto quello che fa al caso tuo!

Scopri di più
carta per stampa digitale

Carta per stampa digitale: l'importanza di scegliere supporti di qualità

Tra le tecniche di stampa maggiormente richieste  c’è la stampa digitale: grazie alle sue elevate performance e alla versatilità, è diventata in pochi anni sempre più competitiva rispetto alla stampa tradizionale.

La stampa digitale trova impiego non solo nel settore della grafica pubblicitaria e del packaging design, ma anche in quello commerciale in virtù delle lavorazioni sorprendenti che è in grado di realizzare. Al tempo stesso è opportuno ricordare come molte aziende debbano stampare i documenti cartacei, nonostante il crescente processo di digitalizzazione che ne riduce la necessità. In questo senso, scegliere la giusta carta, consente di massimizzare le performance della stampa.

Che cos’è la stampa digitale?

Per poter comprendere appieno l’importanza della scelta del giusto supporto, e in particolare dei tipi di carta in relazione alla stampa digitale, è fondamentale mettere a fuoco questo concetto.

Si tratta di un sistema di stampa che basa il proprio funzionamento sull’invio di un file (in vari formati, tra cui DOC, PDF, TIF, JPG) che viene stampato su varie tipologie di supporti. Uno degli elementi caratteristici è che sono il rullo o la testina a distribuire l’inchiostro sui punti necessari, senza che l’operazione richieda un’eccessiva pressione sul supporto stesso. Ogni copia viene realizzata direttamente dalla macchina e, di conseguenza, è più facile apportare eventuali modifiche al documento direttamente dal computer o dal dispositivo che inoltra l’ordine di stampa.

Il concetto di stampa digitale è molto più ampio di quello di stampa tradizionale offset in quanto implica l’utilizzo di diversi strumenti tecnologici di stampa, tra cui la stampante a getto di inchiostro (inkjet) e la stampa laser che sono ampiamente diffuse. A prescindere dalla tipologia di inchiostro scelto, entrambe le tipologie sopra citate sono unite dal fatto che l’immagine viene elaborata digitalmente e impressa sulla carta in maniera diretta.

Per approfondire le caratteristiche della stampa digitale, è opportuno ricordare che il processo di stampa tradizionale offset è di tipo indiretto in quanto bisogna creare una matrice sulla quale viene creata l’immagine da stampare su carta. Appare evidente come un’operazione del genere possa essere molto costosa e, di conseguenza, possa risultare vantaggiosa solo nel momento in cui è previsto un numero significativo di copie di stampa.

Al contrario di quanto accade nel sistema di stampa tradizionale, nella stampa digitale la matrice viene realizzata in maniera indiretta ed elettronica e l’inchiostro viene impresso sul supporto da stampare, riducendo in maniera significativa i tempi di produzione.

Tipologie di carta per la stampa digitale

Quando si desidera  sviluppare un progetto che presuppone la stampa digitale su carta è fondamentale distinguere le tipologie di carta per la stampa digitale in base ad alcuni parametri, tra cui:

  • Qualità: maggiore è la qualità della carta scelta, migliori saranno i risultati  del prodotto finito e maggiore la durata nel tempo.
  • Risultati di stampa: per potersi assicurare risultati di stampa soddisfacenti e adeguati agli standard richiesti , è preferibile acquistare prodotti sviluppati con particolari tecnologie che permettono al colore di penetrare in profondità nel foglio di carta, rendendo il risultato finale di stampa migliore.
  • Grammatura: questa caratteristica della carta è definita come il peso di un foglio di carta in 1 m2 di superficie. Viene quindi misurata in g/m2 e, nella maggior parte dei casi, è responsabile di alcune proprietà fondamentali come lo spessore e la trasparenza.

Al tempo stesso è opportuno ricordare che è possibile scegliere la carta per la stampa digitale in base alla presenza o meno di certificazioni ambientali: per poter dare il proprio contributo all’ambiente è preferibile acquistare prodotti green e certificati come tali. In questo modo le aziende potranno stampare i documenti cartacei necessari, senza creare un forte impatto ambientale.

Carte speciali per stampa digitale

Appare evidente come non si possano utilizzare dei semplici fogli di carta per poter ottenere delle stampe digitali qualitativamente ineccepibili. Tra i numerosi prodotti presenti in commercio è preferibile scegliere quelli che riportano almeno alcune delle caratteristiche che seguono:

  • Grammatura tra 80 gr e 300 gr: in questo modo il supporto di stampa può considerarsi adeguato ad una tenuta soddisfacente del colore. È opportuno ricordare che maggiore è la grammatura del foglio, maggiore è il suo spessore; di conseguenza, nelle aziende si tende ad utilizzare la carta con grammatura intorno a 80 gr per i documenti ordinari e quella più vicina ai 300 gr per la documentazione più istituzionale.
  • Qualità della stampa A+: garantisce performance più elevate e, in ultima analisi, in grado+di rispettare elevati standard qualitativi
  • Color Lock Technology: le carte Color Lock sono create con specifici additivi che, reagendo chimicamente con gli inchiostri, gli consentono di penetrare più in profondità nel foglio, senza rimanere bloccati in superficie come accade con i supporti tradizionali. Questa tecnologia garantisce colori vivaci e immagini più luminose e precise, i neri sono più definiti e i bianchi più brillanti. Da non sottovalutare, inoltre, la capacità di asciugarsi più rapidamente.

Un ulteriore aspetto da considerare è la certificazione di sostenibilità: le aziende, infatti, sono molto attente all’impatto che il proprio lavoro ha sul Pianeta e, per questo, preferiscono scegliere prodotti con il bollino “FSC” o “Ecolabel”.

Tra i prodotti disponibili in commercio troviamo alcune tipologie di carta  adeguate a rispondere alle necessità sempre mutevoli che si possono presentare in un ufficio e in contesti professionali. Infatti, queste si differenziano dall’ampia selezione di risme di carta perché sono Prodotti perfetti per qualsiasi tipo di riproduzione a colori, a prescindere dal tipo di macchinario utilizzato come stampanti inkjet, a laser e fotocopiatrici a colori, assicurando così  la capacità di riprodurre fedelmente il documento originale.

Formati carta per stampa digitale

La stampa digitale è un metodo che consente di lavorare praticamente con tutti i formati di stampa disponibili in commercio, anche quelli di grandi dimensioni. In ambito business sono diffusi soprattutto i formati A4 e A3 impiegati come supporto per la stampa della maggior parte dei documenti tra cui presentazioni aziendali, brochure divulgative e atti di rilievo. A prescindere dal tipo di testo che deve essere stampato è fondamentale assicurarsi un supporto che garantisca la leggibilità del contenuto e, nel caso siano presenti anche immagini, che riproduca fedelmente l’originale.

Oltre a stampare nei tradizionali formati A4 o A3, spesso in ufficio si presenta la necessità di stampare documenti più ampi e articolati in più tavole. In questo caso, il formato SRA3, con i suoi 32 cm di larghezza e 45 di lunghezza, è la soluzione ideale. Il SRA3 rientra tra i formati di carta non rifilati, una categoria alternativa ai classici formati normalizzati tra cui i noti A4 e A3. La caratteristica dei fogli SRA - acronimo di Supplementary Raw Format A - è quella di aumentare del 5% le dimensioni del formato normalizzato associato. Di conseguenza, il formato SRA3 avrà dimensioni leggermente superiori a quelle del tradizionale formato A3.

Pertanto, sebbene in apparenza possa sembrare un formato inusuale, nella pratica trova ampio impiego non solo nei contesti lavorativi più tradizionali, ma anche negli studi di architettura, di grafica e di design.

Vantaggi della carta di qualità per la stampa digitale

La stampa digitale, soprattutto quando realizzata con la giusta carta, può essere non solo uno strumento di comunicazione efficace, ma spesso può rivelarsi fondamentale. In particolare, alcune categorie professionali (es: avvocati, architetti…) o alcuni reparti delle imprese (ufficio marketing, pubblicità,…) hanno la necessità di poter stampare documenti e immagini potendo fare affidamento su supporti di qualità e dalle performance elevate.

Scegliendo la tipologia di carta più adatta a questa attività ci si può assicurare una stampa dai colori brillanti, senza sbavature e con caratteri duraturi nel tempo. Infine, è opportuno sottolineare che, acquistando specifiche tipologie di carte speciali, è possibile sfruttare i vantaggi della stampa digitale senza nuocere eccessivamente all’ambiente. Da questo punto di vista è preferibile che le aziende scelgano quelle risme che presentano le certificazioni sopra accennate. In questo modo anche le aziende più green, che considerano la riduzione dell’impatto del proprio passaggio sulla Terra una loro mission, possono portare avanti i propri valori anche stampando documenti e immagini di qualità.