Scopri i cataloghi 2022

Oltre 40.000 prodotti disponibili, trova tutto quello che fa al caso tuo!

Scopri di più
prodotti-ricondizionati

Prodotto ricondizionato: valore economico ed ecologico

Le crescenti minacce di esaurimento delle risorse, i cambiamenti climatici, la perdita di biodiversità e l’impossibilità di gestire la quantità di rifiuti che vengono smaltiti nei nostri oceani e nella natura sono una conseguenza dello sfruttamento eccessivo del territorio che fino a pochi anni fa non è stato tenuto in considerazione. Nell’ultimo decennio però l’attenzione allo sfruttamento delle risorse sottratte al Pianeta e quindi ai materiali di produzione rendono necessaria un’azione di cambiamento nel nostro modo di generare crescita economica. 

Tra le principali azioni già intraprese in ambito tech è possibile menzionare il rientro nel mercato di prodotti usati, come laptop, smartphone, tablet, unità centrale pc, che vengono rigenerati per avere una seconda vita.

Questo nuovo approccio e la creazione di un valore aggiunto a prodotti già presenti nel mercato, rientra pienamente nella strategia di economia circolare, in cui l’impatto ambientale dei prodotti viene ridotto al minimo. Questo approccio economico si basa su tre principi: eliminare i rifiuti e l’inquinamento, far circolare i prodotti e i materiali (al loro massimo valore) e ridurre l’utilizzo di materie prime. 

È un orientamento che viene promosso dalla transizione verso l’energia e i materiali rinnovabili, infatti, l’economia circolare svincola l’attività economica dal consumo di risorse limitate. È un sistema resiliente che fa bene alle imprese, alle persone e all’ambiente. Presuppone mercati che incentivano il riutilizzo dei prodotti anziché la loro rottamazione e la successiva estrazione di nuove risorse. 

Passando da un’economia lineare take-make-waste (prendi-produci-getta) a un’economia circolare, sostituiamo lo sfruttamento con la rigenerazione, creando, nel settore merceologico dell’informatica e dell’elettronica, un prodotto ricondizionato con scopo di ridurre l'impatto ambientale. 

I consumatori non pongono ancora totale fiducia in questi prodotti, perché li ritengono inaffidabili. In realtà, un prodotto rigenerato non rappresenta un vantaggio solo per gli acquirenti (in termini di risparmio nei confronti del nuovo) ma soprattutto per il nostro Pianeta. I prodotti rigenerati, infatti, riducono l’impatto ambientale: dare una nuova vita a questi dispositivi permette di evitare lo smaltimento, dando un forte impulso all’economia circolare.

Prodotto ricondizionato: significato e impatto ambientale

In ambito tech per capire cosa significa ricondizionato o rigenerato, bisogna considerare un prodotto già usato in precedenza o utilizzato come modello da esposizione e poi riportato alle condizioni di fabbrica e venduto a un prezzo ridotto mantenendo sempre il marchio originale

Con ricondizionamento o rigenerazione di un prodotto si intende il processo di estensione della vita di un componente in un secondo ciclo di vita e consiste nel riportare un prodotto in buone condizioni di funzionamento, sostituendo o riparando i componenti principali che risultano difettosi o prossimi alla rottura, e nell’apportare modifiche estetiche per aggiornare il sistema e l’aspetto di un prodotto, utilizzando metodi quali ad esempio la riverniciatura o la sostituzione di parti non funzionanti.

Le differenze tra prodotto ricondizionato e prodotto usato

Non bisogna confondere un prodotto ricondizionato con uno usato perché nonostante entrambi non siano nuovi, il ricondizionato rientra nuovamente nel mercato dopo essere stato controllato, revisionato, aggiornato e testato mentre quello usato viene venduto così com’è, nel suo stato di usura. Quindi, prodotto ricondizionato e prodotto usato non sono sinonimi. I prodotti usati infatti sono dispositivi che sono stati utilizzati a lungo dall’acquirente e vengono messi in vendita senza effettuare manutenzione o ulteriori riparazioni, oltre alla semplice formattazione dei dati. I prodotti ricondizionati, invece, sono paragonabili a quelli nuovi in termini di prestazioni e utilizzo: si tratta di articoli che vengono restituiti al venditore dopo pochissimo tempo dall’acquisto e, come detto, sottoposti a un processo di revisione e riparazione, prima di essere rimessi in vendita. 

I prodotti da ricondizionare vengono sottoposti a test approfonditi che ne attestano la qualità e il funzionamento e, se necessario, ne sostituisce o ripara le parti. Il prodotto rigenerato viene infine pulito, i dati vengono cancellati e il software aggiornato all’ultima versione.

La differenza più importante tra prodotto ricondizionato e usato è la garanzia. I prodotti di seconda mano vengono solitamente commercializzati privi di garanzia o con una garanzia limitata perché non sono stati sottoposti a controlli. I prodotti ricondizionati, invece, offrono un senso di sicurezza, in quanto vengono certificati prima di essere messi in vendita. Ad ogni prodotto che riacquista una seconda vita viene associato un grado di ricondizionamento, A, A+, B, C, D, dove A+ è il grado più alto e rappresenta condizioni ottimali mentre man mano che si scende si arriva a prodotti più economici. Dal grado di ricondizionamento dipende solitamente la durata della garanzia.

Un prodotto ricondizionato conviene? 

Di seguito si riportano i vantaggi legati a un prodotto rigenerato:

  • Risparmio sui costi: il ricondizionamento dei prodotti comporta – come già menzionato in precedenza – un ovvio risparmio sui costi rispetto all’acquisto di prodotti nuovi, in quanto i produttori non possono applicare i prezzi del nuovo al prodotto ricondizionato. Il ricondizionamento consente pertanto l’acquisto di un dispositivo perfettamente funzionante a prezzi molto convenienti;
  • Test certificati: un prodotto ricondizionato viene sottoposto a test certificati, eseguiti dal produttore o dagli esperti di ricondizionamento. Le parti difettose dell’elettronica vengono riparate e poi testate nuovamente per verificarne le prestazioni prima di essere immesse sul mercato per la rivendita. Nel complesso, viene effettuato un doppio controllo per garantire che la tecnologia sia pronta per un uso ottimale. Pertanto, quando si acquistano articoli ricondizionati, c’è la possibilità di ricevere un dispositivo correttamente funzionante e nelle migliori condizioni;
  • Affidabilità: prima di immetterlo sul mercato, tutti i componenti degli articoli vengono testati e sostituiti se necessario. In questo modo si garantisce che la macchina sia sicura e come nuova, in perfetto stato di funzionamento. L’affidabilità dell’hardware è quindi massima;
  • Garanzia: in genere da 3 mesi a 3 anni;
  • Eco-friendly: i prodotti ricondizionati sono sempre più popolari tra i consumatori attenti al budget e all’ambiente. L’acquisto di un prodotto rigenerato è anche un modo per ridurre l’impatto ambientale utilizzando un dispositivo a cui è stata data una seconda vita. Il ricondizionamento dei prodotti comporta infatti un minor consumo di risorse, riduce l’inquinamento e la produzione di rifiuti tossici.